indietro
 
biografia
 
fondazione
 
museo
 
news
 
attività
 
formazione
 
abiti
 
link
 
 

seminario
Il colore
Colore e forma nella moda contemporanea

SEMINARIO DI 19 ORE
21-23 ottobre 2010

1° giorno giovedì 21 ottobre - durata 7 ore

Mattina ore 9,30 – 13,00
Luca Ticini, Neurobiologo
Dalla fisica della luce alla percezione del colore: un meraviglioso percorso creativo
Perché vediamo a colori? Il colore come interpretazione del mondo che ci circonda
I passi della visione a colori ed il loro significato percettivo: dai quadrati di Kazimir Malevich alle ‘orge di puro colore’ dei Fauve
Sinergia fra cromie, luminosità, forma ed emozione: cosa la neurobiologia ci racconta

Patricia Kinsella, Stilista Tessile
• Sistemi e regole nella scelta delle combinazioni dei colori: seguirle? Infrangerle?

Pomeriggio ore 15,00-18,00
Alessandro Pierattini, Studioso e Disegnatore del Tessuto Contemporaneo
• Laboratorio. Tecniche di tintura naturale

 

2° giorno venerdì 22 ottobre - durata 7 ore

Mattina ore 9,30–12,30
Anghard Rixon, Storica del Costumee di Tecniche Tessili
• Laboratorio. Insolito shibori: diverse tecniche creative

Pomeriggio ore 14,00-17,00
Anghard Rixon, Storica del Costume e di Tecniche Tessili
• Laboratorio.Insolito shibori: diverse tecniche creative

 
 

3° giorno sabato 23 ottobre - durata 5 ore

Mattina ore 9,00 – 14,00
Rodolfo Bargelli, Storico dell'Arte e Roberta Orsi Landini, Storica del Costume e del Tessuto
• La sensibilità del tempo: esempi di incontro fra pittura e moda

Aurora Fiorentini, Storica della moda
• I colori nella moda del Novecento

Incontro con il maestro del colore: Roberto Capucci
Visita al Museo della Fondazione Roberto Capucci con il maestro

 
docenti

Rodolfo Bargelli

Storico dell’Arte, è docente di Storia del disegno nel corso di laurea Cultura e Stilismo della Moda all’Università degli Studi di Firenze. Da molti anni è docente anche presso l’Istituto Polimoda di Firenze, con la cattedra  di Disegno e Colore e di Disegno con Modello, occupandosi, in corsi e master diversi del Colore nell’ambito delle Tendenze della moda, di Teoria e Applicazioni del Colore e della Moda nell’Arte. Svolge in proprio attività di pittore, incisore e decoratore di interni, per la cui attività, in Italia e all’estero, ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti.  Ha collaborato e collabora con le massime Istituzioni museali per la ricostruzione di affreschi e opere d’arte  applicando le tecniche originali. Nel 2003 ha curato, assieme a Emanuela Pisoni e Luigi Giannetta la Mostra Alberto Lattuada, un Maestro al Polimoda, presso la Galleria del Costume, Palazzo Pitti, Firenze, e l’anno successivo Il cappello fra storia e futuro, in collaborazione con il Museo della Paglia di Signa (Firenze).

 

Aurora Fiorentini

Studiosa di Storia dell’Arte, della Moda e delle Arti Applicate, è specializzata nella moda moderna e contemporanea. E’ stata Project manager per la realizzazione dell’Archivio Storico e del Museo Aziendale della Guccio Gucci SpA; consulente presso la Galleria del Costume di Firenze, ha lavorato in numerose mostre retrospettive sul Costume e sulla Moda in Italia (Milano, Firenze, Rapallo, Genova), Francia (Musée des Arts de la Mode et du Textile du Louvre, Parigi) e Stati Uniti (Solomon-Guggenheim Museum, N.Y). E’ stata ed è docente presso le migliori istituzioni che si occupano di Moda: dalla Facoltà di Architettura e Lettere di Firenze, a quelle di Bologna, dell’Università cattolica, dello IULM e del Politecnico di Milano; attualmente  è docente del Politecnico, dello IULM di Milano e di Storia del Costume e della Moda presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università Cattolica di Milano;  (2001-2007). E’ autrice di saggi e monografie per case editrici internazionali su argomenti di arte, costume e moda, tessuto, costume, jewelry. Si ricordano in particolare Moda Italiana Anni '50 e '60, Firenze 1991, Il costume al tempo di Lorenzo il Magnifico. Prato e il suo territorio, cura del catalogo e della mostra, Firenze 1992; Le carte vincenti della moda italiana, in La sala Bianca. Nascita della Moda Italiana, Milano 1992; La Moda a Firenze tra Arte e Artigianato, Firenze 2006.

 

Patricia Kinsella

Artista e designer tessile, insegna da diversi anni al Fashion Institute of Technology, Sede di Firenze, come docente di Textile Science and Textile Quality Control, nel corso di International Fashion Design and International Fashion Marketing and Merchandising. Tessitrice esperta, insegna anche al Fuji Studio di Firenze e realizza prototipi di tessuti per le principali industrie tessili di Prato. Ha al suo attivo la partecipazione a diverse esposizioni internazionali; alcune sue realizzazioni sono apparse in pubblicazioni specializzate e sono conservate in importanti musei e collezioni, come The American Craft Museum, New York, The Longhouse Foundation, Southampton, New York, The National Design Collection of the Smithsonian Institute, New York, First Bank of Boston, Boston, MA, IBM, Baton Rouge, LA and Williston VT. Ha curato la mostra Supermahuman performance sui tessuti tecnologici per lo sport al Museo del tessuto di Prato nell’anno 2008.

 

 

Roberta Orsi Landini

Studiosa del tessuto e del costume, ha lavorato e lavora da molti anni sulle collezioni tessili di Palazzo Pitti. Collabora con molti musei italiani ed esteri, per l’ideazione e realizzazioni di mostre. In particolare ha curato per la Galleria del Costume diverse esposizioni e cataloghi, fra cui Moda alla corte dei medici, sugli abiti medicei restaurati, Anni Venti la nascita dell’abito moderno, I principi bambini. Abbigliamento e infanzia nel Seicento, Abiti in festa. Per il Museo Stibbert di Firenze ha curato la mostra e il catalogo L’Abito per il corpo Il corpo per l’abito sul raffronto fra abbigliamento occidentale e quello dei popoli islamici; per il Filatoio di Caraglio la mostra e il catalogo Seta Potere e Glamour e Antichi tessuti e paramenti sacri I tesori salvati di Montecassino all’Abbazia di Montecassino. E’ stata per quindici anni responsabile culturale e direttore dell’attività didattica della Fondazione Arte della Seta Lisio. E’ autrice di numerosi saggi e pubblicazioni, fra cui Moda a Firenze 1540-1580. Lo stile di Eleonora di Toledo e la sua influenza, Firenze 2005. Insegna Storia del Costume all’ISIA di Firenze ed è attualmente responsabile scientifica dei seminari didattici della Fondazione Roberto Capucci.

 

Alessandro Pierattini

Studioso e Disegnatore del Tessuto Contemporaneo, realizza da tempo consulenze nel settore moda, abbigliamento ed arredamento per la ricerca e sviluppo di collezioni di tessuto ed accessori. Svolge studi su Finissaggi innovativi ed elabora progetti relativi al prodotto tessile a partire dal Filo.
Docente di Scienza Tessile e Tecnologia dei Materiali presso l’Università di Firenze -Facoltà di Architettura - Progettazione della Moda - e presso il Polimoda di Firenze. Collabora con il Museo del Tessuto di Prato con il quale ha partecipato al progetto europeo “Tela di Aracne”, tessili tecnici.

 

Angharad Rixon

Angharad Rixon è nata e cresciuta vicino a Sydney, Australia, ed è venuta in Italia per conseguire il suo PhD. Le sue ricerche includono oggetti tessili d’ogni tipo ma la sua specializzazione sono i merletti e ricami rinascimentali e barocchi; inoltre è particolarmente interessata all’analisi scientifica di filati e fibre e al rapporto fra commercio, design e artigianato. Insegna diverse materie dalla storia del costume e del tessile alle tecniche tradizionali per studenti di moda/design, stilisti e designer.
E’ interessata alle strutture, trattamenti e materie tessili e alla sopravvivenza delle tradizioni tessili “dinamiche”. Insegna presso l’Università degli studi di Firenze e NABA a Milano.

 

Luca Francesco Ticini

Luca Francesco Ticini, neurobiologo, ha studiato biologia presso l’Università degli Studi di Trieste per poi interessarsi allo studio del cervello lavorando con il celebre neuroscienziato inglese Semir Zeki, professore di neuroestetica all’University College of London. In seguito, ha lavorato presso l'Hertie-Institute for Clinical Brain Research di Tubinga (Germania) ed ora conduce le sue ricerche presso il prestigioso Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Lipsia (Germania). Ha tenuto seminari e conferenze presso Università, fonazioni, Istituti culturali ed artistici e di divulgazione scientifica nazionali ed internazionali. È autore di numerosi articoli e saggi che approfondiscono le relazioni fra le diverse espressioni artistiche e la fisiologia del cervello, e di testi critici per artisti e stilisti di fama. Ha collaborato a diverse esposizioni patrocinate dal Ministero della Ricerca ed è ideatore e curatore della mostra “Genialmente, l’arte del cervello”. Per quest’iniziativa Ticini ha ottenuto l'apprezzamento per l’originalità ed il valore scientifico dal Presidente della Repubblica Italiana. È presidente della Società Italiana di Neuroestetica “Semir Zeki” (www.neuroestetica.org).